Diario

Vernissage “Self Interior”

Le parole della curatrice:

La natura stessa dell’opera d’arte possiede in sé la sensibilità e l’esperienza come espressione dell’interiorità del suo autore. Potremmo dire che questa contenga l’intero tragitto esistenziale, scritto inconsapevolmente nel disegno tracciato all’interno dell’opera. Segni che trasmettono, mediante il rimescolamento delle impressioni visive ed emotive, una complessità di contenuti e immagini riferibili a un vissuto in continua evoluzione, mai definito e concluso. In un necessario movimento che agisce sulla materia e sulla forma in uno scambio vitale e dinamico.
Tutto ciò avviene nei lavori di Salvatore Marsillo, dove l’opera è espressione di un percorso interiore volto a definire i termini essenziali ed esistenziali del processo creativo. All’interno di una già matura indicazione di poetica che l’artista applica con rigore nella sua ricerca, notiamo alcuni elementi ricorrenti che ne caratterizzano la produzione. L’utilizzo di un segno significante che traccia i contorni ben definiti e chiusi, contenenti forme geometriche, moduli architettonici, composti in un equilibrio di forme e di simboli, mostra la necessità di una interpretazione e organizzazione dell’esperienza vissuta. Allo stesso tempo l’immagine ci appare leggera nonostante la sua complessa natura e quasi in conflitto con se stessa nel rivelarsi ricca di vivaci pigmenti cromatici.
Nelle sue ultime opere polimateriche dal titolo “Il labirinto dell’irrequietezza” ci colpiscono due modalità compositive molto diverse tra loro. In alcune di queste l’idea di labirinto può essere ricondotta al sovrapporsi e intersecarsi di linee che rappresentano le difficoltà dell’uomo di riuscire a raggiungere se stesso, in altre il labirinto esprime la diversità di linguaggi, incompatibili tra loro tanto da creare una sorta di Babele. Nel corso degli ultimi quindici anni l’artista ha sperimentato, mediante un segno prossimo all’informale, le differenti materie pittoriche al fine di esplorarne le potenzialità, così da evidenziarne gli elementi peculiari alla sua indagine artistica. Nasce da questa ricerca l’ “Arcipelago delle diversità”, una serie di opere nelle quali la convivenza di materie diverse allude alla realtà umana, legata inevitabilmente alla necessità di condividere un territorio comune, rispettando e valorizzando le differenti individualità.
– Paola Consorti –

Copyright 2018 Salvatore Marsillo | developed by: Dean&Vial